Osservatorio 2020

Osservatorio Mobiliare – N° 141

L’anno borsistico internazionale si avvia alla chiusura avendo fatto registrare un’abnorme volatilità degli indici, se si considera il loro crollo a fine marzo in relazione alla diffusione del Sars-Cov-19 ed il loro graduale recupero fino ad oggi, che negli USA ed in Asia, ha addirittura permesso a diversi listini, di ottenere un risultato positivo per il 2020.

Continua a leggere

Osservatorio Mobiliare N° 140

La dinamica dei principali listini azionari mondiali a cavallo delle elezioni presidenziali USA, ha sostanzialmente rispettato le previsioni, nel senso che alla rapida correzione della vigilia è seguito un pronto recupero che ha riportato le quote degli indici nella parte alta della recente fascia laterale di accumulazione.

Continua a leggere

Osservatorio Mobiliare N°139

L’approssimarsi del voto presidenziale negli USA e l’espandersi quasi esponenziale dei contagi da Sars-Cov-2 in Europa ed in America, sembrano lasciare indifferenti i principali indici di borsa mondiali che proseguono imperterriti nella fase laterale di accumulazione avviata dopo la breve correzione di settembre.

Continua a leggere

Osservatorio Mobiliare N°138

All’indomani di un mese borsistico di agosto insolitamente tranquillo, anzi intonato positivamente visto che alcuni indici statunitensi hanno potuto ritoccare i massimi storici pre Covid, il recente ritorno alla normalità dei volumi di contrattazione ha comportato una maggiore volatilità sui listini internazionali, senza però che si intravvedano modifiche nella tendenza di fondo in essere dallo scorso aprile.

Continua a leggere

Osservatorio Mobiliare – N. 136

Il primo semestre si è concluso sulle borse mondiali con un bilancio moderatamente negativo, se si escludono alcune rimarchevoli eccezioni quali i listini cinesi ed il Nasdaq statunitense, comunque si tratta di un risultato difficilmente prevedibile a fine marzo quando gli indici perdevano mediamente il 30 % da inizio anno.

Continua a leggere

Osservatorio Mobiliare – N°135

Il mese borsistico di giugno si è avviato nel migliore dei modi possibili, visto che la prima ottava si è chiusa con l’indice statunitense S&P 500 tornato marginalmente sopra il livello di inizio anno, in pratica azzerando tutta la perdita annuale fatta registrare alla data del 19 marzo.

Continua a leggere